mercoledì, 28 maggio 2014

Resoconto Incontro 21 maggio 2014

Mercoledì 21 maggio 2014

Cari tutti,
ieri alla riunione di MAGGIO dopo brevi aggiornamenti e notizie sulla buona riuscita del primo weekend di Giardini Aperti e sulla potatura verde delle rose a Barbana per domani mattina (chi ancora voglia partecipare contatti Romeo Comunello oppure Sergio Mucchiut), il nostro socio Loris ha parlato di piante spontanee, soprattutto montane, supportato da bellissime fotografie.
Loris ha servito per 39 anni gli Alpini e ha girato per le montagne di tutte le regioni alpine italiane, oltre ad aver partecipato ad attività all’estero in paesi come Mozambico e Bosnia. Ha sempre avuto la passione per le piantine spontanee che vedeva nelle sue camminate per le montagne, e ha voluto renderci partecipi di tutto quello che ha imparato nel corso degli anni. Per chi fosse interessato, Loris tiene dei corsi sul riconoscimento delle piante spontanee presso la Università della Terza Età di Manzano e di Cividale, corsi che prevedono spesso delle uscite per visitare luoghi con interessanti fioriture o panorami.

Ieri si è parlato in particolare di due famiglie botaniche: Primulaceae e Gentianaceae, che Loris ha scelto perché includono rispettivamente piante come le primule, ancora in fiore in quota, e piante come le genziane che stanno per fiorire.
Delle Primulaceae, che includono oltre 25 generi e 1000 specie, abbiamo visto i generi che si rinvengono in Friuli Venezia Giulia: Hottonia con la specie acquatica Hottonia palustris (non facile da vedere), Cyclamen con il ciclamino spontaneo delle nostre zone (Cyclamen europaeum) e le specie importate da altri luoghi come C. repandum e C. hederifolium, Soldanella con la magnifica Soldanella alpina che spunta allo scioglimento delle nevi, Lysimachia con la specie diffusa negli ambienti umidi L. vulgaris, Anagallis con A. arvensis (comune infestante), Androsace con A. alpina dalla incredibile forma a cuscinetto (pulvinata) che cresce nei luoghi di alta montagna più improbi sfidando vento e freddo, e infine Primula, un genere ricchissimo di specie.
Oltre alla Primula vulgaris di bosco/prato che tutti conosciamo, Loris ci ha mostrato molte primule di alta montagna dal caratteristico colore rosa violetto come P. halleri o Primula farinosa, che arriva anche in pianura, nonché primule che si rinvengono solo in altre regioni d’Italia.
Passando alle Gentianaceae, che includono circa 75 generi e 1500 specie, Loris ci ha mostrato i generi Blackstonia e Centaurium, con le due specie B. perfoliata e C. erythraea che si trovano nei prati umidi o meno umidi della pianura, per poi illustrare il vasto mondo delle genziane, appartenenti ai generi Gentiana, Gentianella e Lomatogonium. Abbiamo ammirato genziane dal colore blu più o meno intenso come G. asclepiadea, G. cruciata, G. pneumonanthe e G. utricolosa e altre genziane dal colore giallo come la rinomata G. lutea usata per aromatizzare grappe o per amari (amarissima) o la raffinata G. punctata.
Nota 1. Attenzione! La G. lutea si confonde facilmente, quando non in fiore, con il veratro Veratrum album, specie assai velenosa, che si riconosce per l’inserzione delle foglie alterna (foglie disposte diciamo in maniera spiralata) e non opposta (foglie una di fronte all’altra) come invece nella genziana.
Nota 2. Abbiamo visto molte specie rare o endemiche. Da ricordare che i due termini non sono sinonimi: rara è una specie che si rinviene raramente ma che può avere una distribuzione geografica molto vasta (es.: le orchidee dei prati stabili sono rare perché il loro habitat è raro, ma magari hanno una distribuzione che copre tutta Europa), mentre endemica è una specie che si rinviene in un areale (cioè in una zona geografica) limitato, come la Wulfenia carinthiaca.
Nota 3. Per capire come è regolamentata la raccolta della flora spontanea in FVG consultate il regolamento esecutivo della legge regionale n.9 /2007. Esistono diverse categorie di piante dalle più tutelate alle meno tutelate (alcune specie come la scarpetta della Madonna sono protette anche a livello europeo, mentre altre di interesse alimentare o erboristico, come il luppolo e l’arnica, possono essere raccolte nella quantità max di 1 kg per persona al giorno):

http://www.regione.fvg.it/rafvg/export/sites/default/webletter/agri_for/_11/allegati/6_agosto.pdf

Elisa

lunedì, 26 maggio 2014

Giardini aperti FVG 2014, giornata conclusiva con sole pieno e…

Oramai tutti i giardini sono tornati ad uso esclusivo dei proprietari. L’evento 2014 è stato molto fortunato con il tempo, questo ha dato la possibilità di visitare giardini con una luce particolare, luminosa grazie al sole.

Domenica 18 Maggio il tempo non è stato bellissimo, ma ovviamente questo non ha scoraggiato gli appassionati di piante e di fiori, con ombrelli colorati e stivali di gomma sono andati all’assalto dei luoghi che avevano scelto con cura.

Siamo soddisfatti, l’affluenza è stata notevole, gli appassionati sono sempre molto attenti, osservano con cura i giardini, alcuni fanno foto, altri fanno schizzi su un quadernetto che di solito tengono in tasca, altri sono felici di conversare con i proprietari del luogo…una bella festa per tutti.

L’apertura di due domeniche ha soddisfatto tutti i visitatori, in quanto questo ha dato loro la possibilità di visitare molti giardini nelle varie province, certo che per i proprietari la fatica è stata doppia, ma anche le soddisfazioni di certo non sono mancate!

Ringraziamo sentitamente i proprietari dei giardini e tutti coloro che, in qualche modo, hanno collaborato alla buona riuscita dell’evento 2014. La TURISMO FVG per averci concesso il Patrocinio e il nostro sponsor SUSIGARDEN – AIELLO DEL FRIULI per averci fornito l’indispensabile depliant cartaceo con la lista di tutti i 75 giardini visitabili gratuitamente in Friuli Venezia Giulia.

ARRIVEDERCI ALLA PROSSIMA EDIZIONE DI GIARDINI APERTI FVG – MAGGIO 2015

giardini_aperti_2014-chiusura-1

giardini_aperti_2014-chiusura-1

martedì, 20 maggio 2014

Giardini aperti FVG 2014 continua…

ANCHE DOMENICA 25 MAGGIO

giardini-aperti_18-maggio-2014

La prima giornata di Giardini Aperti 2014 ha avuto un notevole successo, domenica 25 maggio si svolgerà la seconda giornata di apertura dei giardini, vi aspettiamo numerosi.

Il Direttivo

Alcune notizie dalla stampa e dal web


Attenzione

Nuova sede per le riunioni

ORATORIO SAN FANCESCO, Contrada Garibaldi, 7

dove siamo