sabato, 23 agosto 2014

E. Veyrat Hermanos

Il tramonto e la sua rosa

Ci sono alcune rose che mi piace definire “impossibili”, vuoi per la loro rarità, per la difficoltà della loro coltivazione ma specialmente per il colore dei loro fiori, complessi e opulenti. E’ nel gruppo delle vecchie rose Tea che si possono incontrare varietà con queste caratteristiche. Ricordo di aver letto su uno dei tanti libri che parlano di rose, il commento di un esperto appassionato del secolo scorso, dove riteneva che le Tea fossero assolutamente splendide perchè uniche ad avere in dono i colori del cielo all’alba e al tramonto.

Mi trovo pienamente daccordo con questa idea, le vecchie Tea hanno sfumature, riflessi e ombre che si evolvono dolcemente con il tempo. Sono molto distanti dalle ibride moderne che colpiscono per i colori decisi, spesso squillanti e troppo vividi. Una di queste vecchie rose è la rampicante E. Veyrat Hermanos, sicuramente poco conosciuta e penso molto rara. Fu ottenuta in Francia nel 1895 da Alexandre Bernaix, è dotata di rifiorenza e di buon vigore. Per non farmi mancare i suoi fiori ho voluto introdurre in giardino due piante, in posti diversi, conoscendo la sua sensibilità ai climi umidi e freddi, sistemandole al meglio, una su un arco e l’altra su una struttura assieme ad altre rampicanti per avere fioriture in sequenza.

Purtroppo il clima di quest’anno, troppo umido e con frequenti piogge, ha mortificato le fioriture di molte rose e per E. Veyrat Hermanos è stato un anno veramente da dimenticare, nonostante il vigore delle due piante, sono riuscito a vedere un unico fiore decente.

In quella unica rosa erano rimasti impressi i colori del tramonto di quel giorno, l’oro rosso e il rame rosato si potevano percepire. Uno sguardo al fiore e uno sguardo al tramonto per coglierne la magia. Un fiore in tutto l’anno su due piante, per poterlo ammirare per cinque minuti!! Ci vuole proprio la pazienza del giardiniere.




Lascia un commento

Devi effettuare il Login per scrivere un commento.



Attenzione

Nuova sede per le riunioni

ORATORIO SAN FANCESCO, Contrada Garibaldi, 7

dove siamo