martedì, 15 febbraio 2011

Escursione: Malghe di Porzûs 2011

Escursione a carattere storico-naturalistico domenica 20 febbraio 2011

malga di Porzus

Ritrovo domenica 20 febbraio 2011 ore 8.45 in piazza a Faedis, presso il bar “Alla Pergola”, per la registrazione dei partecipanti e per ridurre il numero delle auto (le strade sono strette e tortuose!). La nostra guida sarà l’operatore naturalistico e speleologo Renzo Paganello che di seguito descrive l’itinerario.

Descrizione

Raggiungeremo in auto la località di Bocchetta San Antonio (sopra Canebola, m. 788) e parcheggeremo poco a Est della chiesetta. Il panorama è amplissimo sulla pianura friulana. Dopo un breve inquadramento storico sulla Grande Guerra, vedremo i bunker della Guerra Fredda, poi percorreremo il crinale a Ovest del passo, con splendido panorama sulle montagne, in particolare l’allineamento Gran Monte-Stol (generatore dei terremoti del 1976), fino a intercettare la strada che ci porterà alle malghe Topli Uorh, più note come Malghe di Porzȗs (m. 968).

Qui il 7 febbraio del 1945 i partigiani della divisione Garibaldi (fazzoletti rossi), catturarono e poi trucidarono 17 partigiani della divisione Osoppo (fazzoletti verdi), tra cui i capi. Un inquadramento storico, il più possibile obiettivo, è d’obbligo. Una breve digressione ci porterà in vetta allo Jauar (m. 1005), che io considero il 1.000 più vicino a Udine. Panorama a 360°.

Proseguiremo poi verso Nord, fino ad una malga semi-crollata, molto interessante come tipico esempio di architettura rurale, circondata da vecchi alberi di noce, tiglio, frassino e ciliegio, alcuni morti in piedi, altri con evidenti ferite inferte dai fulmini. Il ritorno avverrà inizialmente lungo un vecchio e logico sentiero, purtroppo abbandonato, che comporta di zigzagare per circa 200 metri tra alberelli schiantati e qualche cespuglio spinoso, per cui vestiario, calzature e gambe devono essere adeguate!
Percorso questo tratto, una comoda pista forestale ci porterà di nuovo a Bocchetta San Antonio, costeggiando alti la conca della Farcadice (o Fraccadice). La durata della camminata è di circa 2 ore e mezza, con un’altra ora per soste per spiegazioni, per cui ci toglieremo gli scarponi verso le 13.

Abbigliamento e attrezzatura

L’escursione ha luogo in un ambiente montano con possibili tratti innevati e ghiacciati. Si consiglia di indossare vestiti e scarponi da montagna.

Ristoro

Pranzo presso la fattoria montana di Igor e Paola a Robedischis (Slovenia). I proprietari prepareranno un pranzo per il gruppo ad un prezzo popolare (per un minimo di 10 prenotazioni).

Costi

Quota di iscrizione 5 € comprensiva di assicurazione. Bambini e ragazzi sotto i 16 anni 2 €. Associati Legambiente 4 €. La prenotazione è obbligatoria.

Carattristiche del percorso

Massimo dislivello mt. 217. In caso di innevazione della cima la guida si riserva di modificare l’itinerario e di proporre il sentiero dei castelli di Faedis.

Info e prenotazioni

Pro Loco Colloredo di Soffumbergo tel. 3396554561 oppure soffumbergo@yahoo.it

Allegati:

Locandina della manifestazione, click qui per scaricare il file.

Altre info



Lascia un commento

Devi effettuare il Login per scrivere un commento.



Attenzione

Nuova sede per le riunioni

ORATORIO SAN FANCESCO, Contrada Garibaldi, 7

dove siamo