giovedì, 7 ottobre 2010

Festival del racconto IV edizione 2010

14 – 15 – 16 – 17 e 23 ottobre 2010

L’Associazione Terre di Mezzo organizza alcuni eventi per il fine settimana 14-15-16-17 e 23 Ottobre. Le proposte sono interessanti e divertenti, questo è il programma

Programma

2010 festival del racconto IV edizione

alberi, amore, arte, collina, giovani, Nievo, viaggio

Associazione Terre di Mezzo

con il contributo di

DIREZIONE ARTISTICA DAVIDE LORIGLIOLA — BRUNO MORELLO DESIGN PRINT GRAFICHE FILACORDA

  • GIOVEDI I4 OTTOBRE
    IL RACCONTO DEI GIOVANI
    ore 2I _ Incontrarsi nelle Terre di Mezzo
    antico teatro sociale Arrigoni, piazza del Popolo, I
    San Vito al Tagliamento
    GIOVENTÚ FRIULANA. DIALOGO CON TOMMASO CERNO E MASSIMILIANO SANTAROSSA
    Modera Stefano Polzot, Messaggero Veneto
    Con il patrocinio del Comune di San Vito al Tagliamento
    Un giornalista gay di buona famiglia, un narratore pulp rubato alla strada. Tommaso Cerno e Massimiliano Santarossa salgono sul palco di un teatro del ‘700 per raccontare cosa vuol dire essere giovani in Friuli e in letteratura, facendo uscire dalle pagine dei loro libri strani liceali alle prese il sesso e con la vita e falegnami ridotti ad anonimi operai nei capannoni di Nordest violento e cattivo.
    Tommaso Cerno è nato a Udine nel I975. Giornalista de “L’Espresso”, è autore di inchieste a sfondo politico, economico e sociale. Ha vinto il premio cronista 2009 per il caso di Eluana Englaro. Ha pubblicato il saggio “L’ingorgo”, Ribis 2008 e nel 20I0, per Mimesis, “Affa Taffa”, il suo primo romanzo.
    Massimiliano Santarossa è nato nel I974 a Villanova (Pordenone). Ha pubblicato per Biblioteca dell’Immagine le raccolte di racconti “Storie dal fondo” e “Gioventù d’asfalto”. Prima di dedicarsi alla scrittura è stato falegname e operaio in una fabbrica di materie plastiche.
    Ingresso libero fino a esaurimento posti

  • VENERDI I5 OTTOBRE
    IL RACCONTO DEGLI ALBERI
    ore 20 _ Cenaracconto
    Camino al Tagliamento, ristorante Al Molino località Molino, I
    Glaunicco di Camino al Tagliamento
    ARBUI ALBERI: I GIGANTI DELLA MEMORIA
    A cura del Teatro Incerto (da un’idea di Roberta Masetti) e Selekta
    Con Fabiano Fantini, Claudio Moretti, Elvio Scruzzi
    Tra una portata e l’altra, nell’antico mulino di Nievo trasformato in un ristorante con una sala di vetro aperta verso la roggia, tre attori raccontano leggende e tradizioni sugli alberi in Friuli lungo le quattro stagioni e attraverso la letteratura, da Giusto Fontanini a Caterina Percoto, da Amedeo Giacomini a Elio Bartolini, mentre le pagine di “Giganti della memoria”, straordinario volume sugli alberi secolari della regione, si proiettano sullo sfondo.
    Teatro Incerto Nasce nel I982 per volontà di Fabiano Fantini, Claudio Moretti ed Elvio Scruzzi. Fresco anche dei recenti successi di “Bessôl – Un arbitro tal bunker” (2008) e del nuovo spettacolo “Forest”, il trio prosegue il suo viaggio artistico sulla strada di un teatro d’attore di irresistibile matrice comica, sia in italiano che in friulano.
    Selekta Casa editrice d’arte con sede a Udine, cerca di abbracciare le molteplici manifestazioni culturali non solo della terra friulana, ma anche di respiro internazionale. Nel 2008 ha pubblicato “Giganti della memoria”, monumenti naturali del Friuli Venezia Giulia” I48 Pagine e 220 fotografie dedicate ai grandi alberi della nostra Regione.
    Ristorante Al Molino Apre il I2 gennaio I985, grazie a Elda Gino e Renato Del Negro. Da allora la sua cucina si identifica con la la famiglia. Alla radice di tutti i piatti serviti in riva al Varmo ci sono i prodotti del territorio, autentci, genuini e stagionali, scelti e ricercati tra i produttori a carattere familiare, e quindi perfettamente tracciabili.
    Posti disponibili: I50
    Costo cena (comprensiva di evento teatrale): 25 euro
    Info e Prenotazioni entro il I4 ottobre tel.+39 0432.9I9357 Email: info@almolino.com

  • SABATO I6 OTTOBRE
    IL RACCONTO DEGLI ALBERI
    ore I0.30 – I2.30 _ Incontrarsi nelle Terre di Mezzo
    Camino al Tagliamento, azienda agricola Ferrin, località Casali Maione, 8
    Bugnins di Camino al Tagliamento
    “GIARDINAGGIO… CHE PASSIONE”
    COME AVERE UN GIARDINO BELLO TUTTO L’ANNO
    Con Valeria Lanini Macuz
    Gli alberi sono l’architrave vegetale di ogni giardino: le bordure miste, il laghetto e i punti focali inventati da Valeria Lanini Macuz scorrono attraverso una serie di foto che spiegano il segreto di un giardino bello e…buono da gustare, grazie agli abbinamenti dei vini dell’azienda Ferrin con i piatti e i prodotti delle quattro stagioni.
    Valeria Lanin Macuz Giardiniera appassionata, da 7 anni insegna giardinaggio all’Ute di San Vito al Tagliamento. È
    responsabile del progetto “Giardini Aperti”, idea nata nel Circolo di giardinaggio “Amici in Giardino” che, grazie al
    contributo e sostegno di TurismoFvg, ha permesso di aprire al pubblico oltre quaranta giardini privati del Friuli.
    Azienda Ferrin Nasce nel I967 e coltiva con cura 11 ettari a vigneto, con basse produzioni di uva per ceppo, ottenendo, nel rispetto delle migliori tradizioni vitivinicole friulane, vini di alto livello per il consumatore più attendo ed esigente: Friulano, Chardonnay, Sauvignon, Verduzzo Friulano, Pinot Grigio, Merlot, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Refosco e due spumanti, Rivus e Plebis Rosae.
    Posti disponibili: 80
    Ingresso e degustazioni gratuite
    Info:
    Tel. +39 0432.9I9I06 Email: info@ferrin.it

  • SABATO I6 OTTOBRE
    IL RACCONTO DEL VIAGGIO
    ore I3.30 – I6 — Visite raccontate in bicicletta
    Varmo, Località Madrisio, Camino al Tagliamento, Località Pieve di Rosa
    partenza da Varmo ore I3.30
    SULLE ORME ANTICHE DEI PELLEGRINI E DEI CROCIATI
    LE TERRE DI MEZZO IN BICICLETTA E IN CALESSE
    A cura del negozio Gr Bike e dell’azienda agricola Le Olle di Federico Scaini
    Racconti di Michela De Candido e Franco Gover
    Tra i segni secolari lasciati nell’antica chiesa di Santa Radegonda dai Cavalieri teutonici e ladevozione verso una miracolosa apparizione della Madonna a Pieve di Rosa corre una strada, l’antica Crescentia, che ha più di duemila anni. Inforcando la bicicletta o seduti sul calesse, ripercorriamola a ritmi lenti e intervallati dai racconti. E, per i più piccoli, c’è il battesimo della
    sella sui pony!
    Gr Bike Negozio di biciclette di Varmo, organizza ogni anno, in collaborazione con l’associazione ciclistica “Villa di Warmo”, gli ormai celebri “Ciclotours del Varmo”, pedalate tematiche domenicali che attraversano lentramente il Medio Friuli e la Destra Tagliamento seguendo le tracce della cultura e dei sapori del territorio.
    Massimi partecipanti: 25 in bicicletta, I0 in calesse
    Percorso I5 km, durata 2h30’
    Quota di iscrizione: 5 Euro (compreso rinfresco)
    Info e Prenotazioni:
    Tel. +39 333.209688 Email: micheladecandido@tiscali.it

  • SABATO I6 OTTOBRE
    IL RACCONTO DEL VIAGGIO
    ore I4 – I8.30 _ Evento speciale
    Campanile del Duomo di Santa Maria Maggiore Codroipo
    DALL’ALTO. STORIE DI UN CAMPANILE E DI UN CAMPANARO
    di e con Giacomo Trevisan in collaborazione con l’associazione Flabby Face
    Don don don. Ogni giorno ci sono storie che iniziano e finiscono. Din din din. Chi le ascolta? Chi le racconta? Dan dan dan. Un testimone silenzioso, il suo guardiano e le storie di una comunità. Dall’alto è uno spettacolo verticale, su I70 gradini, per 6 spettatori. Un viaggio da compiere guidati da un campanaro narratore dentro un monumento vivente, custode della media pianura friulana.
    Giacomo Trevisan Vincitore nel 2006 del Premio Pasolini per tesi di laurea, da diversi anni prende parte come attore e cantante a laboratori, seminari teatrali e a numerosi spettacoli in lingua italiana e friulana; fra gli altri, è stato diretto da G. De Monticelli e G. De Luigi. “Dall’alto” è il suo debutto come drammaturgo e regista.
    Il suo Blog è www.santrevi.blogspot.com
    Grazie a Don Ivan Bettuzzi, parroco di Codroipo
    Posti disponibili: 60
    Dieci spettacoli, sei spettatori a spettacolo
    ore I4, I4.30, I5, I5.30, I6, I6.30, I7, I7.30, I8, I8.30
    Ingresso gratuito
    Info e prenotazioni:
    Tel. +39 347.I53I943 Email: giacomo.trevisan@gmail.com

  • SABATO I6 OTTOBRE
    IL RACCONTO DEL VIAGGIO
    ore I7 _ Incontrarsi nelle Terre di Mezzo
    Camino al Tagliamento, azienda agricola Ferrin, località Casali Maione 8 Bugnins di Camino al Tagliamento
    DAL NOSTRO INVIATO A KABUL
    Incontro con Roberto Bongiorni, inviato di guerra del Sole24Ore
    Non si viaggia soltanto per piacere o per avventura: chiedetelo a un inviato come Roberto Bongiorni. Che da Gaza, Herat, Beirut, Mogadiscio, Nairobi e Kabul racconta per il maggior quotidiano finanziario italiano le guerre del petrolio, le elezioni truccate, la fatica dei soldati, le furbizie dei contrabbandieri, gli eroismi dei medici. Terre “di Mezzo”, anche quelle, tra guerra e pace, ricchezza e povertà.
    Roberto Bongiorni 39 anni, è inviato del Sole 24 Ore. Negli ultimi anni ha coperto i conflitti e le crisi in Africa (tra cui Congo, Angola, Somalia, Etiopia, Gibuti, Algeria, Rwanda) e Medio Oriente (Iraq, Siria, Libano, Israele, Gaza, e Yemen). Da due anni si occupa con una certa frequenza anche di Afghanistan.
    Posti disponibili: I00
    Ingresso gratuito
    Info e Prenotazioni:
    Tel. +39 0432.9I9I06 Email: info@ferrin.it

  • SABATO I6 OTTOBRE
    IL RACCONTO DEGLI ALBERI
    ore I4 _ Visite raccontate in autobus
    Partenza autobus ore 14 da Varmo
    Varmo, Camino al Tagliamento, Cordovado, Varmo
    LEGGENDE DI LEGNO GLI ALBERI CENTENARI DELLE TERRE DI MEZZO SI RACCONTANO
    A cura del Circolo culturale Gino Bozza di Cordovado
    Con la collaborazione di Severino Danelon e Nello Venier
    Hanno visto la fine della Serenissima, l’ascesa di Napoleone, l’Impero degli Asburgo, due
    Guerre mondiali eppure stanno ancora lì, al loro posto: sono gli alberi (ultra)secolari delle Terre di Mezzo. Farnie, querce, tigli, sofore e bagolari che uno speciale tour guidato tra Camino al Tagliamento, Cordovado e Varmo permetterà di scoprire sotto due inediti punti di vista. Il segreto dell’elisir di lunga vita di questi straordinari giganti della memoria verrà svelato dal naturalista sanvitese Severino Danelon, mentre a Nello Venier, agricoltore e operaio in pensione di Camino al Tagliamento, affidato il compito di raccontare gli alberi e il territorio con l’emozione di chi li ha nel cuore fin da bambino.
    Circolo Culturale Gino Bozza Nasce nel I968 come circolo studentesco, avviando le pubblicazioni di “Curtis Vadi”, periodico di informazione locale ancora oggi attivo. Gestisce le attività culturali di palazzo Cecchini e della Biblioteca civica e del punto turistico di cordovado, valorizzando in particolare l’ambiente e la cultura dei luoghi nieviani.
    Posti disponibili in autobus: 50
    Viaggio in autobus e visite guidate gratuite
    Info e prenotazioni:
    Tel. 0434.690265 (martedì – venerdì I5-19, sabato I0-12, I5-I7)
    Email: biblioteca.cordovado@libero.it

  • SABATO I6 OTTOBRE
    IL RACCONTO DEGLI ALBERI
    ore I7 _ Evento Speciale – Varmo, sotto la farnia del parco di “Villa Canciani – Florio – Cisilino”
    via villa Canciani I
    IL CANTO DELLA FARNIA
    Parole e suoni di Paolo Bortolussi e Ermes Ghirardini
    Sotto i rami di una gigantesca farnia – nel parco della villa che fu di Giuliana Canciani-Florio,
    “l’imperatrice del mais” – l’attore Paolo Bortolussi ci legge, tra gli altri, di un Ippolito Nievo in
    romantica adorazione del fiume Varmo e delle sue “fronde”, di un Amedeo Giacomini che pontifica sugli amati compaesani seduto sotto un tiglio e di un Elio Bartolini in vibrante denuncia contro la scomparsa della civiltà contadina e dei suoi filari di alberi lungo i campi, mentre il raffinato percussionista Ermes Ghirardini fa da contrappunto con i suoi incredibili “attrezzi” intonati al suono della poesia.
    Paolo Bortolussi È nato e vive a Rovereto di Varmo. Attore e regista, è cofondatore dell’Associazione teatrale friulana (Atf). Il suo impegno verso la prosa, la poesia e il teatro in lingua friulana è testimoniato da oltre trent’anni di letture, spettacoli, trasmissioni radiofoniche e televisive. Insegna all’Ute di Varmo e ai bambini della “Scuelute” di Rovereto.
    Ermes M. Ghirardini È batterista, percussionista e compositore. Dopo gli studi a Parigi si è cimentato nel jazz, nella musica improvvisata e popolare, nelle partiture per teatro e nelle performances con poeti, scultori e pittori. Scrive musiche originali eseguite dal “QuartettoGhirardini”che ha recentemente pubblicato il suo primo CD (Schiume)
    Un ringraziamento alla famiglia Cisilino
    Durata evento: 50’
    Ingresso libero

  • SABATO I6 OTTOBRE
    IL RACCONTO DEL VIAGGIO
    ore 2I _ Evento speciale
    Codroipo, teatro “Benois – De Cecco”, via XXIX ottobre 3, Codroipo.
    INCONTRO OFFERTO DA BLUENERGY GROUP SPA
    TERRE DI MEZZO E TERRE D’AVVENTURA
    DIALOGO CON FOLCO QUILICI. Modera Piero Villotta
    Con il patrocinio del Comune di Codroipo
    Un grande viaggiatore e narratore vivente “sale” nelle Terre di Mezzo con uno straordinario bagaglio di storie accumulato lungo oltre mezzo secolo di carriera nelle Terre d’avventura – il titolo di uno dei suoi ultimi bestseller – e con un filmato speciale montato appositamente per il Festival, che racconta come i riti e le tradizioni di mondi scomparsi assomiglino a quelli della “piccola patria” friulana.
    Folco Quilici È nato a Ferrara nel 1930 da Nello Quilici, storico e giornalista e Mimì Buzzacchi, pittrice. I suoi film dedicati al rapporto tra uomo e il mare, sono stati distribuiti in tutto il mondo: per le tredici pellicole della serie “Mediterraneo” (I97I-I976) e le otto di “Uomo europeo” (1976-1980) Quilici ha collaborato con due tra le maggiori personalità intellettuali del ‘900, lo storico Fernand Braudel e l’antropologo Levi Strauss; nel I97I ha ottenuto una nomination all’Oscar per “Toscana” uno dei quattordici film del ciclo “L’Italia dal cielo”, alla quale hanno collaborato nomi di massimo prestigio come Calvino, Sciascia, Silone, Praz, Piovene, Comisso. Parallelamente al suo impegno come autore cinematografico, dal I954 in poi ha pubblicato in Italia e all’Estero, numerose opere di saggistica e di narrativa. Nel I983 gli è stata conferita dal Presidente Pertini la “Medaglia d’Oro” per meriti culturali. Nel 2006, grazie ai suoi film e ai suoi libri sull’ambiente e le culture, la Rivista “Forbes” ha inserito Folco Quilici tra le cento firme piú influenti del mondo. Nel settembre 2008 gli è stato consegnato dal Ministro della Cultura Sandro Bondi il Premio “La Navicella d’Oro”, conferitogli dalla Società Geografica Italiana. Dal I97I al I989 ha diretto e curato la rubrica “Geo” su Rai 3. Dal 2002 collabora con importanti serie televisive sulla piattaforma Sky, canale “Marco Polo”, per cui conduce “In luoghi e tempi lontani”.Nel 20I0 ha realizzato il film “L’Ultimo volo”, che in questi giorni ha vinto il concorso internazionale Cinema e Storia.
    Ingresso libero fino a esaurimento posti

  • DOMENICA I7 OTTOBRE
    IL RACCONTO DELLA COLLINA
    ore I0.30 – I5.30 _ Visite raccontate in autobus.
    Colloredo di Monte Albano, partenza autobus ore 9.I5 da Cordovado e ore 9.35 da Codroipo
    Le attività si svolgeranno anche in caso di pioggia con opportune variazioni
    ANDAR PER ALBERI. Il GIARDINO MISTERIOSO E LA GRANDE QUERCIA
    A cura della Cooperativa Damatrà. Con la collaborazione di Lucio Bernardis, dottore agronomo.
    Con il patrocinio del Comune di Colloredo di Monte Albano
    Una giornata su in collina, per bambini e famiglie, a scoprire gli alberi e le tante storie che hanno da raccontare. Si parte alle 9.30 in autobus, da Cordovado (con tappa a Codroipo), e alle I0.30, all’arrivo, c’è già la prima sorpresa: villa Sacchetto, di fronte al municipio di Colloredo, finora mai aperta al pubblico, svelerà il suo giardino segreto, i bambini saranno accompagnati di albero in albero in un viaggio per occhi e mani, mentre parallelamente i grandi potranno assaporare storie e curiosità in compagnia di Lucio Bernardis. Dopo una saporita pausa-pranzo (I2-30-I4) all’antica trattoria “Da Peres”, con possibilità di visita alla chiesetta di San Pietro,ci si sposta in bus all’azienda orto-frutticola “La Quercia”. Meleti, peschi e ortaggi, attorniati dai boschetti tipici della zona, faranno da cornice all’omonima grande quercia dalla quale partiranno ancora storie e laboratori per arrivare alla sorpresa finale tutta da assaporare! Durante la visita all’azienda sarà possibile l’acquisto dei prodotti Alle I5,30 si riparte per il viaggio di ritorno.
    Posti disponibili in autobus: 50
    Viaggio in autobus e laboratori gratuiti
    Costo pranzo: I7 euro adulti, I0 euro bambini fino ai I0 anni.
    Info e prenotazioni entro venerdì I5 ottobre
    dal lunedì al venerdì +39 0432.235757 (orari: 9-18)
    sabato e domenica +39 333.I333549 Email: info@damatra.com

  • DOMENICA I7 OTTOBRE
    IL RACCONTO DI IPPOLITO NIEVO
    ore I0 _ Visite raccontate in autobus Cordovado, Fratta di Portogruaro, Venchieredo, Stalis
    Partenza autobus ore I0 da Cordovado, pranzo al ristorante Al Molino di Glaunicco
    ritorno ore I6.30 Cordovado
    CONFESSIONI DI UN TERRITORIO
    SULLE TRACCE DI IPPOLITO NIEVO TRA FRIULI E VENETO
    A cura dell’Associazione Dimensione Cultura di Fossalta di Portogruaro
    Con la collaborazione del Circolo Culturale Gino Bozza di Cordovado
    Alla vigilia (20II) di due anniversari, i I50 anni dell’Unità d’Italia e la scomparsa del grande Ippolito Nievo, scrittore e garibaldino, che ha lasciato pagine indimenticabili sui paesaggi naturali e umani delle Terre di Mezzo, un autobus ripercorre le tracce biografiche e letterarie dell’autore delle Confessioni di un italiano: dal sito del castello di Fratta alla fontana di Venchieredo, dai mulini di Stalis all’antica parrocchiale di Cordovado fino al pranzo con vista sulle pale del mulino di Glaunicco, per la prima volta una visita guidata supera gli incerti confini tra le due Regioni, proponendo per l’occasione una novità assoluta: la mostra, promossa dal Comune di Fossalta di Portogruaro e allestita al cortino di Fratta, costruita intorno al rarissimo volume “Sul commercio dei Romani in Aquileja.
    Memoria di Jacomo de Concina”, uno dei primi libri stampati, nel I8I0, dall’antica tipografia di Alvisopoli, affidata dal conte Alvise Mocenigo a Nicolò Bettoni, fra i più grandi tipografi italiani dell’Ottocento.
    Associazione Dimensione Cultura È nata nel 200I per realizzare attività di valorizzazione, tutela e fruizione del patrimonio storico, culturale, artistico ed ambientale del Veneto Orientale. Ha sede legale a Concordia Sagittaria e operativa al cortino di Fratta, sito dell’antico castello ricordato da Ippolito Nievo nelle “Confessioni di un italiano”.
    Posti disponibili in autobus: 50
    Viaggio in autobus e visite guidate gratuite
    Costo pranzo al ristorante Mulino di Glaunicco: I5 euro
    Info e prenotazioni:
    Tel. +39 042I.248248, +39 349.4008835
    Email: dimensionecultura@libero.it

  • DOMENICA I7 OTTOBRE
    IL RACCONTO DELL’ARTE
    ore I7 _ Incontrarsi nelle Terre di Mezzo
    Cordovado, palazzo Cecchini
    sede Biblioteca, piazza Cecchini 27
    LA TEMPESTA E ALTRI MISTERI
    DIALOGO CON PAOLO MAURENSIG
    Modera Lorenzo Marchiori, Il Gazzettino
    A cura del Circolo culturale Gino Bozza e della Biblioteca comunale di Cordovado
    Attorno alla figura del Giorgione, uno dei più colti e criptici pittori del Rinascimento, e del suo enigmatico capolavoro, La tempesta, si muovono – calati nel doppio arco temporale di una Venezia ottocentesca e contemporanea – i personaggi dell’ultimo romanzo di Paolo Maurensig, che a Cordovado incontra i suoi lettori per un confronto a tutto tondo sui temi dell’arte e della letteratura.
    Paolo Maurensig è nato a Gorizia nel I943. Dopo aver compiuto gli studi classici, si trasferisce a Milano e inizia a lavorare nel campo dell’editoria. Parallelamente coltiva la passione per la scrittura. Il successo arriva con “La variante di Lüneburg” (I993) e Canone Inverso (I996). I suoi libri sono tradotti in tutto il mondo, compresi il Giappone e la Cina.
    Ingresso libero fino a esaurimento posti

  • DOMENICA I7 OTTOBRE
    IL RACCONTO DELL’ARTE
    ore 2I _ Evento Speciale – Santa Marìzza di Varmo
    chiesetta dell’Assunta, via Thanner I
    L’ABBRACCIO. DI E CON SERGIO MALDINI E ELIO BARTOLINI
    Produzione ICAI – Istituto Commedia dell’Arte Internazionale di Venezia – e La Noce per il 4 Festival del racconto nelle Terre di Mezzo. Regia Gianni De Luigi con Ilaria Pasqualetto, Massimo Cemolani, Emanuele Piovene, Giacomo Trevisan.
    Uno spettacolo che è quasi in una sorta di simposio, un abbraccio ideale tra gli scrittori Sergio Maldini ed Elio Bartolini. Sepolti col corpo a pochi metri di distanza, ma vivi nella memoria dei loro compaesani – e soprattutto nelle loro opere – i due, già vicini di casa a Santa Marizza, si incontrano nella pace della Chiesetta dell’Assunta grazie a una produzione dell’ICAI di Venezia. Insieme a loro, poeti e letterati che hanno fatto del Friuli la loro ispirazione, per tracciare – anche attraverso gli affreschi cinquecenteschi di Gian Paolo Thanner e le proiezioni del prestigioso Trittico del Pordenone, conservato nella chiesa plebanale – i percorsi delle anime che testimoniano la forza granitica di questa Terra.
    Gianni De Luigi Il maestro inizia a fare teatro prima a Venezia e poi nella scuola del Piccolo Teatro diretta d Giorgio Strehler; lavora – tra gli altri – con Sergio Tofano, Pier Paolo Pasolini (alla cui memoria dedicherà, per la Biennale teatro, “I turcs tal Friul”), Vittorio De Sica, Reiner Fassbinder, Dario Fo. Nel 2000 fonda l’Icai, con l’obiettivo di trasmettere nuove competenze di gestione e autogestione alle realtà artistiche professionali.
    Sergio Maldini (I923-I998). Diploma al liceo Stellini di Udine, è stato giornalista e inviato speciale per il “Il Resto del Carlino” e “La Nazione”. Romanziere pluripremiato (Hemingway I953, Campiello I992 con “La casa a Nord-est”, di ambientazione tutta friulana, come “La stazione di Varmo”), ha trascorso gli ultimi anni della sua vita a Santa Marizza.
    Elio Bartolini (I922-2006) Nato a Conegliano Veneto, ha trascorso la propria infanzia a Codroipo, e gli ultimi anni della sua vita in una villa veneta del ‘700, il Palassat di Santa Marizza. Romanziere, storico, filologo e poeta, ha collaborato alla sceneggiatura di alcuni tra i più importanti film del premio Oscar Michelangelo Antonioni.
    Entrata libera fino a esaurimento posti (ca 50)

  • SABATO 23 OTTOBRE
    IL RACCONTO DELL’AMORE
    ore 19.45 _ Cenaracconto
    Gorizzo di Camino al Tagliamento
    villa Mainardi – Bianchi, località Gorizzo 30
    DÎNER DE L’AMOUR – OPÉRA DÎNER CENA MUSICALE IN VILLA SULLE NOTE DELL’AMORE
    Come sfondo una villa friulana del ‘600, come commensali arie e poesie cantate, suonate e recitate dal vivo e incentrate sul tema dell’amore. Musica e parole vivranno in uno spettacolo unico ed emozionante accompagnati da vino e cibo, dall’aperitivo al dolce, in una serata dall’atmosfera romantica e confidenziale.
    Paola Lazzarini Soprano, Codroipo. Diplomata al Conservatorio “Stefani” di Castelfranco Veneto, ha partecipato a concorsi nazionali ed internazionali, ottenendo borse di studio e menzioni speciali per la qualità interpretativa. Da diversi anni affianca con entusiasmo all’attività concertistica quella didattica nella disciplina della Tecnica Vocale.
    Giorgio Cozzutti Pianoforte, I979, Codroipo. Dopo il diploma al Conservatorio “Tomadini” di Udine si iscrive alla “Ecole Normale de Musique”di Parigi, dove vince due importanti premi; si esibisce regolarmente in Italia e all’estero in recital e in diverse formazioni da camera. Dal 2006 è Direttore della Scuola di musica “Città di Codroipo”.
    Roberto Pagura Attore uscito dall’ex scuola del Piccolo Teatro “Paolo Grassi”, si è dedicato al teatro di strada e animazione per ragazzi. Nel I99I ha fondato la Molino Rosenkrantz, sperimentando diversi linguaggi espressivi: recitazione e musica, pittura, immagini e istallazioni
    Posti disponibili: 70
    Costo cena (comprensivo di evento musicale): 35 euro
    Info e prenotazioni entro giovedì 20 ottobre:
    Tel. +39 346 I738037 Email: villamainardi@alice.it

Per l’evento si avvale della consulenza artistica di Daniela Zucchiati.




Lascia un commento

Devi effettuare il Login per scrivere un commento.



Attenzione

Nuova sede per le riunioni

ORATORIO SAN FANCESCO, Contrada Garibaldi, 7

dove siamo