giovedì, 5 maggio 2011

Giardini aperti 2011: presentazione della manifestazione

La manifestazione Giardini Aperti si ripete quest’anno per la seconda volta in Friuli Venezia Giulia e per la terza volta nel comune di Moruzzo.

L’idea è nata dall’attività che il nostro circolo di giardinaggio “Amici in Giardino” svolge già da anni con visita ai giardini privati dei soci e non. L’apprezzamento di queste occasioni e la medesima consolidata usanza inglese, francese, austriaca ha fatto si che nascesse la volontà di provare a portare l’evento anche in FVG dove gli appassionati di giardinaggio sono parecchi (solo il nostro circolo annovera più di 100 iscritti e non è il solo in regione) e i giardini di gran pregio sono numerosissimi.


Il primo esperimento si è compiuto a Moruzzo 3 anni fa in occasione della Festa di Primavera con grande successo di pubblico.
Tale riscontro favorevole ha motivato una socia del circolo a operare più in grande con l’aiuto delle istituzioni (Ente per il Turismo FVG) onde allargare le possibilità, convinti che l’indotto turistico/commerciale e la valorizzazione del territorio ne avrebbero tratto gran vantaggio come avviene negli stati sopraccitati.
Tale progetto presentato in Regione ha avuto per l’anno 2010 l’immediato avallo del dott. Luca Ciriani, Vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia, che lo ha definito “un progetto innovativo“.
Il progetto si fonda quasi totalmente sul volontariato. I soci del circolo si occupano del reperimento dei giardini oltre i propri, della distribuzione dei volantini (stampati dalla regione) per le iscrizione e quindi della loro catalogazione, riordino degli iscritti per la stampa dei pieghevoli con l’elenco, indirizzo e categoria dei giardini e successiva distribuzione degli stessi. Istruzioni e sostegno ai proprietari che aprono il giardino (regole, budge, cartelli identificativi, visibili da esporre fuori dal cancello).
L’anno 2010 ha avuto un enorme successo con visite valutate intorno a una media di 200 persone per giardino e con 40 giardini visitabili, per cui almeno 8.000 persone si sono mosse per questo scopo.
Quest’anno i giardini visitabili sono oltre 60, inoltre alcuni vivai e siti di interesse turistico partecipano aprendo le loro porte.

Un discorso a parte merita il Comune di Moruzzo che ha fatto da antesignano per l’iniziativa.
La nuova amministrazione ha con entusiasmo aderito al progetto attuato dalla precedente e ha ulteriormente valorizzato la manifestazione con bus/navetta (i giardini aperti nel solo comune sono ben 8), raccolta benefica volontaria nei giardini per l’ass. “Casa Mia” (così si fa abitualmente a Londra e in molti giardini nel nord America).
Menù concordato con trattorie del comune, un pieghevole con l’elenco giardini e cartina, un info point in piazza dove di svolge in contemporanea la Festa di Primavera.
L’esperienza allargata a tutto il FVG dell’anno scorso ci ha dato ragione, in quanto la nostra organizzazione ha ricevuto proprio per la popolarità dell’evento anche fuori regione molte richieste di gruppi di visitatori che desiderano intervenire a questa apertura.
Alcune agenzie turistiche organizzano tour giornalieri durante la stagione propizia per visitare i nostri paesi e i giardini lì presenti vedi: Gorizia, Valvasone, Aquileia, Moruzzo.
L’elenco dei giardini disposti alle visite ha modulato la conoscenza di una realtà inarrivabile singolarmente perchè permette a chi ha questo interesse di contattare in ogni momento i proprietari per visite occasionali su appuntamento. Così la nostra aspirazione di far conoscere e sensibilizzare la gente in merito alle bellezze naturali del territorio anche attraverso i giardini privati risulta un’operazione di successo.
Per conoscere l’elenco dei giardini aperti quest’anno o altre notizie in merito si può accedere al sito del circolo di giardinaggo www.amicingiardino.it o al sito dell’ ente per il turismo www.turismofvg.it o www.pordenonewithlove.it




Lascia un commento

Devi effettuare il Login per scrivere un commento.



Attenzione

Nuova sede per le riunioni

ORATORIO SAN FANCESCO, Contrada Garibaldi, 7

dove siamo