venerdì, 11 maggio 2012

Giardini aperti 2012: rassegna stampa

Tutta la stampa regionale ha dato ampio spazio alla manifestazione.

  • Questo è l’articolo pubblicato da IL GIORNALE DEL FRIULI

    Al via la terza edizione di GIARDINI APERTI 2012

    Pubblicato da Redazione il 08/5/12 • nelle categorie Friuli-VG

    Villa Chiozza di Cervignano, 8 maggio 2012 – Domenica 13 maggio i cancelli di 66 giardini privati del Friuli Venezia Giulia si apriranno nuovamente al pubblico, dopo il successo delle due precedenti edizioni. L’iniziativa, organizzata dal Circolo di giardinaggio “Amici in Giardino” con il supporto dell’Agenzia TurismoFVG e del Consorzio Pordenonewithlove, è tesa ad affermare il valore del giardino privato come risorsa per il territorio e nello stesso tempo vuole rilanciare l’interesse per il giardino pubblico.
    Per tutti, turisti e residenti, è un’occasione per conoscere e godere della bellezza di un affascinante patrimonio naturale e culturale e per gli appassionati di giardinaggio, del verde e dell’ambiente costituisce un appuntamento imperdibile. Grazie alla disponibilità dei tanti privati che hanno aderito all’iniziativa, l’accesso ai giardini sarà possibile dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 al tramonto in forma del tutto gratuita. In caso di cattivo tempo la manifestazione si svolgerà la domenica successiva.
    Il materiale informativo dell’evento dove sono segnalati tutti i giardini visitabili nelle quattro province, con i relativi indirizzi e riferimenti, è reperibile in tutti gli uffici turistici TurismoFVG ed è inoltre scaricabile dal sito degli organizzatori www.amicingiardino.it e dal portale turistico regionale www.turismofvg.it. Informazioni posso essere richieste anche al Circolo di giardinaggio “Amici in giardino”: info@amicingiardino.it

    link all’articolo

  • Questo è l’articolo pubblicato dal Messaggero

    Giardini aperti, ecco le 68 meraviglie Fvg

    Messaggero Veneto — 09 maggio 2012 — pagina 52 sezione: Pordenone

    Viaggio alla scoperta dell’“oro verde” del Friuli Venezia Giulia grazie alla terza edizione di Giardini aperti, la manifestazione che domenica aprirà in regione 68 giardini privati distribuiti fra le quattro province. Presentata ieri nella sede della Regione a Pordenone alla presenza del vicepresidente regionale Luca Ciriani, la manifestazione rappresenta un’occasione imperdibile ideata e realizzata dal circolo Amici in giardino (supportati dall’agenzia Turismo Fvg e dal consorzio Pordenonewithlove) con il dichiarato intento di arricchire l’offerta turistica regionale: «Il giardino può diventare uno strumento per il rilancio di interesse verso il nostro territorio – spiega Romeo Comunello, presidente di Amici in giardino – esattamente come già succede in Inghilterra, Germania e nella vicina Austria». E, infatti, alzi la mano chi non si è meravigliato passando in rassegna, anche soltanto dall’autostrada, le curate dorsali d’Oltralpe. «La nostra idea muove proprio osservando l’erba del vicino – scherza Comunello –. Ci dobbiamo dare una mossa e in questo senso la crisi può essere una buona spinta per mettere a frutto il potenziale offerto dalla nostra terra. I privati tutti assieme possono fare miracoli in termini di rilancio del nostro territorio, quello che ancora manca è una rete. L’obiettivo è riuscire a creare degli itinerari di visita fra i giardini privati che coinvolgano anche agriturismi e musei del territorio». Con un occhio al meteo e uno alla cartina della regione (in caso di maltempo la manifestazione sarà posticipata di sette giorni), domenica saranno 68 i giardini visitabili: 43 fra Udine e provincia, 20 a Pordenone, 3 a Gorizia e 2 a Trieste (il volantino con l’elenco e gli indirizzi di ciascun giardino privato è distribuito in tutti gli uffici di Turismo Fvg oltre a essere scaricabile collegandosi agli indirizzi internet www.amicingiardino.it oppure www.turismofvg.it). Ma non solo giardini, perché la terza edizione della manifestazione sarà arricchita anche con eventi collaterali giocati intorno alle provincie di Udine, Pordenone e Gorizia. L’assessorato alla Cultura del Comune di Aquileia promuove, domenica, Aquileia, luoghi e colori, una mostra estemporanea di pittura scenograficamente collocata sulla via Strazonara di Aquileia, a pochi passi dalla Basilica e dal museo Paleocristiano, fino a piazza San Giovanni. All’abbazia di Rosazzo saranno consegnati i premi dell’ottava edizione di RosArtis, la manifestazione dedicata alle rose. A Moruzzo, oltre a essere attivato un servizio di bus navetta gratuito per la visita ai giardini, sarà l’intera comunità a essere in festa con stand in piazza e menù dedicati ideati appositamente dai ristoratori. Infine, la domenica all’aria aperta di Varmo sarà impreziosita con esposizioni di artigianato locale e composizioni artistiche in chiave ecosostenibile. Due gli appuntamenti a Pordenone: ad Arzene la Libera università del Comune di Zoppola organizza un suggestivo corso di acquerello ospitato dalle 10 alle 12 nel giardino di proprietà di Ivano Rovere (via Alpi 30), mentre in città sono previste visite guidate al Museo itinerario della rosa antica (Mira) ricavato all’interno del parco Galvani. Spazio all’arte a Gorizia, con le installazioni dei pittori del Centro culturale “Tullio Crali” che, dal vivo, ritrarranno alcuni dei giardini visitabili. Le opere daranno vita a un catalogo e a una mostra ospitata da venerdì 15 giugno nella sala della Provincia. «Da assessore al turismo – dichiara Ciriani – ho sostenuto fin da subito questo evento che è originale, innovativo e in grado di valorizzare l’ospitalità in maniera diretta e concreta». Per il circolo Amici in giardino, la referente dell’iniziativa è Valeria Lanini. «Requisiti per aprire i propri giardini al pubblico e aderire all’iniziativa? Essere dei giardinieri e curare personalmente il proprio giardino, amando sporcarsi le mani nella terra». Michela Zanutto Laura Venerus

    link all’articolo

Altri articoli di giornali locali
Altri siti che hanno segnalato la manifestazione



Lascia un commento

Devi effettuare il Login per scrivere un commento.



Attenzione

Nuova sede per le riunioni

ORATORIO SAN FANCESCO, Contrada Garibaldi, 7

dove siamo