domenica, 7 aprile 2013

Il curriculum verde di Eleonora

La mia passione per il giardino è iniziata nel 2009, da quando ho iniziato a coltivare i primi fiori partendo dai semi. Probabilmente mi è stata trasmessa da mia madre Cristina, che ha la passione di salvare le sementi antiche e coltivare il suo orto didattico.

Così anch’io, con la voglia di fare piantine da fiore in casa ho iniziato a pensare a una riorganizzazione del giardino di casa nostra, che dal 2009 ad adesso non si è ancora conclusa. Il giardino era già in parte organizzato da alcuni elementi, naturali e non, che abbiamo trovato quando abbiamo acquistato la casa: quattro grandi alberi ad alto fusto, un bunker antiatomico della prima guerra mondiale a cui abbiamo aggiunto nel ’98 un orto recintato con una palizzata bianca di legno realizzata da noi.

Nel 2007 ho suddiviso il giardino in tre zone anche per una migliore gestione dei miei due cani e due gatti. La zona più grande è quella vissuta dalla famiglia con l’orto, gli alberi e l’area relax, la zona più piccola è quella dedicata al contenimento dei cani in alcune occasioni e la zona che circonda la casa sui restanti tre lati è stata recentemente riorganizzata nel 2010 con aiuole in bosso e ghiaino (uno stile che richiama il giardino all’italiana).

Nel tempo ho vissuto successi (talee di rosa, lavanda, dafne ecc… che ho ricollocato in giardino) e insuccessi, dovuti ancora alla poca conoscenza che ho della progettazione, delle fioriture e degli abbinamenti. Attualmente ci sono piante che desidererei avere come le hosta ma che le lumache e limacce mi hanno mangiato nell’arco di poche ore. Inoltre mi trovo spesso a coltivare piantine annuali o perenni da sole ma mi sono resa conto che il mio giardino è in prevalenza in ombra e quindi non sono ancora riuscita ad avere un giardino equilibrato con piante da ombra che mi piacciano e soprattutto con piante perenni sempreverdi che in inverno diano un senso alle aiuole.

Le principali piante presenti sono un grande noce, un grande pioppo cipressino, un salice piangente, un fico, due prugni, un portainnesto da ciliegio che ho tentato già una volta invano di innestare. Ci sono vari tipi di rose cespugliose, un paio di rose rampicanti, alcuni rampicanti e poi erbacee annuali e perenni.

Il mio sogno credo sia molto comune: avere fioriture durante tutto l’anno e soprattutto non vedere le aiuole spoglie in inverno. La maggiore avversità nel mio giardino sono le lumache e soprattutto le limacce arancioni (il mio incubo). Cerco, quando posso, di fare un sopralluogo di notte in giardino per catturare le “mangione”. Per limitare i danni ho eliminato dalle aiuole tutti i bordi in pietra in quanto notavo che le limacce andavo sotto le pietre a svernare e probabilmente anche a deporre le uova. Ma ciò nonostante, resta ancora forte in me la voglia di seminare vari tipi di piante a partire dal seme: per me è il miglior modo di celebrare la primavera!

Eleonora

Alcune foto del mio giardino




Lascia un commento

Devi effettuare il Login per scrivere un commento.



Attenzione

Nuova sede per le riunioni

ORATORIO SAN FANCESCO, Contrada Garibaldi, 7

dove siamo