venerdì, 18 marzo 2011

La concimazione

Ci sono quelli organici (letame, composta fatta in casa con i residui organici, guano, cornunghia), ricchi di azoto a lenta cessione.

I chimici di buona qualità avranno micro elementi necessari alle piante in piccole quantità, poi l’azoto con il simbolo N – il fosforo con il simbolo P e il potassio con il simbolo K. Cercheremo dunque in commercio del concime chimico che avrà questi 3 simboli N P K con i seguenti numeri per esempio 15, 9, 15 – cioè 15 parti di azoto, 9 di fosforo e 15 di potassio – queste percentuali sono ben bilanciate e le troviamo nel prodotto NITROPHOSKA GOLD, alcuni prodotti sono a lenta cessione (i migliori) ed altri a rapida cessione necessari solamente se le piante sono indebolite, per esempio liquidi per i fiori da vaso tipo gerani ecc. un pò ogni 15 gg. Il concime fogliare ha la stessa funzione di velocità, la pianta lo assorbe subito ATTENZIONE, è buona norma per questo concime di usarlo sull’imbrunire, per non ustionare le foglie.

I CONCIMI COME E QUANDO

COME

PER I CONCIMI CHIMICI MEGLIO NELLA GIUSTA DOSE CON MODERAZIONE E PIU’ SPESSO, – CON GLI ORGANICI SI PUO ABBONDARE CON SAGGEZZA.

QUANDO

A fine inverno, tra metà e fine febbraio, il chimico NPK per tutti: arbusti, alberi (che non siano adulti), fiori, rose e prato (oppure l’organico tipo cornunghia).

Per le rose, arbusti, alberi, alberi da frutto ecc, a tutti giova una aggiunta di potassio verso fine marzo.
Attenzione mai mettere il concime vicino al tronco la distanza minima è di 30 cm, meglio sul perimetro esterno della ramificazione.

A fine aprile ½ maggio riconcimare il prato verde con NPK e/o cornunghia.

Fine giugno concimare le rose con concime ricco di potassio e POCO AZOTO, questo per favorire una buona fioritura e non spingere la pianta a vegetare in eccesso in quanto i nuovi rami non sarebbero abbastanza forti per passare l’inverno (gelerebbero).

Inizio settembre si concima il prato sempre con NPK (dopo aver fatto l’arieggiatura e risemina)

A fine settembre concimare le rose con potassio per favorire la maturazione del legno e preparare la rosa a sopportare i rigori invernali

Da metá a fine novembre concimare il prato con potassio per rinforzare la parte aerea e un po’ di fosforo per favorire la crescita delle radici e quindi rinforzarlo. Questi concimi lo aiuteranno a sopportare i rigori invernali ed arrivare alla primavera senza troppi danni. (attenzione niente azoto i quanto non deve crescere verrebbe distrutto dal freddo).

A novembre si metterà del letame su tutte le piante, sia per proteggerle che per favorire un terreno con più humus dunque + fertile e sano.
Questa fase è necessaria soprattutto per chi ha un terreno come il mio, con tanti sassi…e poco humus!




Lascia un commento

Devi effettuare il Login per scrivere un commento.



Attenzione

Nuova sede per le riunioni

ORATORIO SAN FANCESCO, Contrada Garibaldi, 7

dove siamo