lunedì, 8 marzo 2010

Rosa Villosa

Rosa villosa

Rosa Villosa

La rosa villosa nel suo ambiente naturale, in secondo piano. Il monte sullo sfondo è chiamato “Zuc della Guardia” e presenta fori che portano a gallerie interne, riparo dei soldati italiani durante la prima guerra mondiale, il confine con l’Austria non è lontano.

Rosa villosa

Spesso le rose riservano delle sorprese, come questa osservata sulle montagne della Carnia. Si tratta di una rosa villosa, conosciuta anche come rosa pomifera che ha la caratteristica di essere ricca di ghiandole che allo strofinamento rilasciano un forte sentore aromatico come le Centifolie muscose.

Rosa villosa

La pianta in particolare è situata a oltre 1600 mt di altezza e ciò che mi ha più colpito è stata la presenza di fiori semidoppi, di 10-12 petali. Questo particolare fa nascere molti interrogativi: mutazione, caratteristica latente o ibridazione naturale? Ho raccolto dei rametti sperando di avere una rosa che mantenga le caratteristiche osservate. Questa specie potrebbe essere confusa con rosa eglanteria (rosa rubiginosa) che però ha odore aromatico di mela verde e non presenta setole sui cinorrodi come rosa villosa.

Altri link

Articolo inserito anche nel blog di Renato Ronco vai all’articolo




Lascia un commento

Devi effettuare il Login per scrivere un commento.



Attenzione

Nuova sede per le riunioni

ORATORIO SAN FANCESCO, Contrada Garibaldi, 7

dove siamo