venerdì, 24 maggio 2013

Un giardino per tutte le stagioni di Vita Sackville-West

Un giardino per tutte le stagioni di Vita Sackville-West

V. Sackville-West, Un giardino per tutte le stagioni, presentazione Ippolito Pizzetti, traduzione Marta Suatoni, Franco Muzzio editore, Padova 1991 (2002), pp. 217

Titolo originale The Illustrated Garden Book, a cura di Nigel Nicolson, introduzione Robin and Louisa Lane Fox, London 1986

ISBN: 88-7413-007-4

Nigel Nicolson, il figlio dell’autrice, riunisce alcuni articoli sul giardinaggio di Vita (Victoria Mary) Sackville-West Lady Nicolson ((Knole, Sevenoaks, Kent, 1892 Sissinghurst, Kent, 1962), scritti per lo più in risposta ai quesiti che i lettori le proponevano nella rubrica settimanale  di giardinaggio dell’ ”Evening Standard”, che curò dal 1924 e che poi – dal 1947 al 1961 – continuò dalle colonne dell’ ”Observer”. I rapporti con i lettori si sviluppavano poi in una fitta corrispondenza che spesso sfociava nello scambio proficuo di semi e piante. Di conseguenza gli articoli sono per lo più consigli che rivelano capacità e immaginazione giardiniera, che l’autrice si era andata formando nel corso degli anni: da principio con la creazione del giardino di Long Barn (1915-25) e successivamente del giardino di Sissinghurst (dal 1930), per cui è famosa.

Nella presentazione Ippolito Pizzetti auspica “che queste pagine servano a dare un’idea un poco più complessa e meno superficiale del suo modo di accostarsi al giardinaggio…” per superare “ … un’immagine del giardino “alla Sackville-West”, la cui unica caratteristica consiste nell’essere il giardino bianco o argenteo o monocolore (ergo elegante)… quello che invece colpisce nelle sue pagine è la sua fantasia … e la sua natura … di sperimentatrice”.

In questa selezione, gli articoli sono riuniti mese per mese; ogni mese si apre con una poesia in inglese tradotta a piè di pagina. Dalla lettura si apprezza il linguaggio letterario, che denota la frequentazione di un ambiente erudito, il disinvolto  Bloomsbury set – gruppo di artisti attivo dal 1905 ca. alla seconda guerra mondiale – di cui la nostra autrice fece parte. In questo ambiente strinse un’amicizia particolare con la scrittrice Virginia Woolf, che le dedicò nel 1928 il romanzo biografico Orlando, da cui nel 1992 è stato tratto l’omonimo film.

“Lo squisito film fa rivivere in un’altra dimensione il romanzo (1928) di Virginia Woolf dove si intrecciano molti temi: la storia (l’idea che gli inglesi si fanno del loro passato), la sessualità, il tempo, la distinzione tra i sessi, l’androginia, l’immortalità, l’aristocrazia, la scoperta della scrittura e, particolarmente caro alla regista, l’identità dell’essere attraverso la molteplicità dei suoi “io”. Il romanzo fu un “furto intellettuale” (non un plagio) di cui fu vittima Violet Keppel Trefusis, amante della nobile Vita Sackville-West e poi, brevemente, di Virginia Woolf (Laura, Luisa e Morando Morandini, Il Morandini. Dizionario dei film, Zanichelli Editore)

Vita Sackville-West amava l’origine delle piante, la loro associazione con la letteratura medievale e i riferimenti tratti dalle numerose letture. Come nelle sue poesie, le erano cari i termini “naturali”, desueti ed espressivi: i tigli erano lindens; il prato rotondo di Sissinghurst diventava un rondel, il viale dei noccioli il nut-plat; i cortili erano garths, e i bouquet tussiemussies; in giugno le sue piante erano in piena foison, e voleva che parlassimo di una floraison di rose in estate inoltrata.

La sua produzione letteraria, sterminata, annovera una decina di raccolte di Poesie (pubblicate tra il 1909 e il 1946), numerose opere di narrativa (dal 1919 al 1961), alcune biografie e una decina di opere sull’arte del giardinaggio, tra cui: Orchard and vineyard (1921), The land (1926), The garden (1946), In your garden (1951), In your garden again (1953), Even more for your garden (1958).

INDICE

Presentazione 9

Introduzione 11

Gennaio 27

Misteriosi profumi – Intorno allo specchio d’acqua – Associazioni di piante – Un disordine ricercato – Come ravvivare il ligustro – Come potare il calicanto d’inverno – Le sorprendenti Puya – Siepi di rosa eglanteria – Sfogliando i cataloghi – L’incompreso “nocciolo della strega”

Febbraio 41

Prendersi cura dei ciclamini – Ancora sui garofani Chabaud – Gladioli sotto vetro – Il giardinaggio “condensato” – Crochi nelle ciotole – Un passatempo per gli infermi – Intorno al portico – Le timide annuali – Pensieri dal Cile – Giardini davanti a casa

Marzo 55

Un folle sogno di marzo – Salvare i bulbi germogliati al chiuso – Spargendo sementi – Una mimosa persiana – Due consigli per la casa – All’equatore – La meritevole lobelia – Risparmiate le rose – Un incredibile sopravvissuto – I gigli di Kaffir – Le care pratoline Nostalgia delle auricole

Aprile 69

Rose da tempo perdute – Il fascino discreto della coronilla – La magnolia cinese – Un arbusto dal profumo di vaniglia – Sotto vetro – Appunti alla rinfusa – Una siepe di vite – Sanguinaria – Le gerbere in vaso – Una saggezza superata – Deterrenti per gli uccelli – Piccoli iris – Ribes da fiore

Maggio 85

Tappeti fioriti – In casa vostra – Siepi da fiore – Margini senza problemi – Il fiammeggiante pieris – L’albero delle peonie – Un segreto per le calle – Fritillarie selvatiche – Su un muro a nord – La risposta per gli anemoni – Ricordi di maggio – Iris umilissimi – Profumi nell’aria aperta

Giugno 101

Rose in abbondanza – La primula della Virginia – Una rosa armoniosa – Peonie dal seme – Una piantagione tutta purpurea – Il giardino in vasche – Praticelli di timo – Progettare schemi di colore – Ancora sul timo – Rampicanti orizzontali – Il servizievole abutilo – Ubriaca di rose – Un cortile di aquilege

Luglio 117

Un fresco giardino bianco – I verbaschi estivi – Attraverso occhiali colorati – Pallide rampicanti – La fioritura del fiore d’angelo – La “pianta dell’incenso” – Le mie rose favorite – Fiori trasparenti – L’“albero dei papaveri” – La rustica Hoheria – Rimuovere le rose appassite – Il momento delle alstroemerie

Agosto 131

Un gruppo dorato – La nascita delle bourbon – Campanule cinesi – Il mio “giardino del tramonto” – Moltiplicare i garofani – Ancora sulle bourbon – Il mio mirto – Ginestre chiare – Qualche consiglio per i gigli – Per angoli malinconici – Servirsi dell’acanto – I gigli di sant’Antonio – La grande magnolia bianca – Rose antiche profumate – Piante per punti ombreggiati

Settembre 151

Ripari di settembre – Un’ortensia da cottage – La licnide scarlatta – Rampicanti e sarmentose – Fissare le rose perpetue – Il bietolone rosso – Più rustiche di quanto pensiate – Foglie lievemente colorate – Il ciliegio susino – I tassi eretti – Raggruppare bene – I ginepri nativi – Tutti hanno qualche parete

Ottobre 165

I rosa dell’autunno – I lillà di Miss Preston – Rose di Scozia – Sedersi a pensare – La potatura dei settembrini – Schemi di bordure miste – Un fiore arcuato – Caro vecchio aneto – Le vescicarie – Una sfrenata rampicante – Un nostro iris nativo – Novecento pesche – La “margherita azzurra”

Novembre 181

Colori d’autunno – Progettare un giardino piccolo – Amabili salvie – Ricordando le nettarine – Mughetti di Natale – La buddleia profumata – Bacche da ciotola – Nuove idee sulle rampicanti – I corbezzoli – Rigoglio novembrino – Altre siepi da fiore

Dicembre 195

Qualche accorgimento per far bella la casa Piantine da seme nel giardino addormentato – La nascita del giardino bianco – Fantasmi d’inverno – Uccelli, boccioli e bacche – Idee per l’Abutilon – La rosa di Natale – Il vischio dorato – Una siringa piccola ma non troppo

Indice dei nomi 207

Ringraziamenti 217

 




Lascia un commento

Devi effettuare il Login per scrivere un commento.



Attenzione

Nuova sede per le riunioni

ORATORIO SAN FANCESCO, Contrada Garibaldi, 7

dove siamo